Primavalle, precipita nella scarpata e resta bloccato: salvo uomo di 72 anni vegliato dal suo cane fino all'arrivo dei soccorsi

IMG-20181017-WA0012

LaRepubblicaIT

18 ottobre 2018

Primavalle, precipita nella scarpata e resta bloccato: salvo uomo di 72 anni vegliato dal suo cane fino all’arrivo dei soccorsi 

UnMomentoDeiSoccorsi

                     Un momento dei soccorsi

L’uomo, salvato dagli uomini della Protezione Civile regionale, ricoverato in codice rosso al Gemelli

Per tutto il tempo è stato “vegliato” dal suo cane, un meticcio di nome Johnny, che non lo ha mai abbandonato fino all’arrivo dei soccorsi. Forse anche per questo “calore” un uomo di 72 anni,  S.V. residente a Roma, di anni 72, scomparso da casa dalla mattina del giorno precedente, è riuscito a sopravvivere per oltre un giorno, ferito gravemente e con un principio di ipotermia, dopo essere scivolato in un dirupo con una folta vegetazione all’interno dei quali è rimasto completamente impigliato. L’uomo e il cane sono stati tratti in salvo dal personale dell’Associazione di volontariato “Giannino Caria” intervenuta nelle ricerche disposte dalla Prefettura di Roma e coordinate dal Commissariato di Polizia Aurelio competente per territorio.

IlCaneJohnny

Il cane Johnny

S.V. si era allontanato dalla sua abitazione di via Decio Azzolino, nel quartiere romano di Primavalle, per portare a spasso il cane in una area verde situata in prossimità della sua abitazione. Per circostanze al momento tutte da chiarire l’uomo deve aver perso l’equilibrio scivolando in una scarpata particolarmente impervia.

Dopo la denuncia dei familiari, preoccupati per la sua prolungata assenza, è scattato il Piano provinciale per la ricerca delle persone scomparse coordinato dalla Prefettura e diretto sul posto dagli uomini del Commissariato di PS Aurelio. Le attività si sono concentrate nelle aree che solitamente l’uomo frequentava e nel tardo pomeriggio gli uomini della Protezione Civile regionale sono riusciti ad individuarlo nel dirupo dove era precipitato e dove si trovava completamente immerso nella vegetazione.

L’uomo presentava escoriazioni su gran parte del corpo dovute alla caduta e aveva sofferto per la prolungata immobilità e le basse temperature notturne, ed è stato immediatamente trasportato in codice rosso al Policlinico Gemelli. In buona salute ma anche lui affidato alle cure dei veterinari quell’angelo di cane.

 

 

https://roma.repubblica.it/cronaca/2018/10/18/news/primavalle_precipita_in_una_scarpata_e_resta_immobilizzato_salvo_uomo_di_72_anni_il_suo_cane_lo_ha_vegliato_fino_all_arri-209283024/?refresh_ce

Leave a Comment